Vai al contenuto

Rottamazione auto: come funziona e quanto costa?

Indice: Rottamazione auto: come funziona e quanto costa?

Contattaci Subito!

Soluzioni per i tuoi veicoli

Info e Servizi utili

Bonus pneumatici 2023

Il governo sta cercando di trovare un modo per evitare che i prezzi aumentino troppo. Sta valutando diverse soluzioni in materia di energia, emergenza idrica,

Leggi Tutto »
Revisione moto

Revisione moto Burocrazia semplificata Ottieni la tua revisione Costi competitivi Revisione Moto: scopri tutto quello che c’è da sapere [toc] Per poter circolare regolarmente con

Leggi Tutto »
Costo Revisione auto

Quanto costa fare la revisione auto nel 2022? La domanda è lecita considerando le varie modifiche che sono state apportate nell’ultimo periodo a causa dell’emergenza

Leggi Tutto »

Officine Autorizzate in Italia

foto rappresentazione di rottamazione autoSe hai un’auto vecchia, non più funzionante e invendibile oppure se vuoi approfittare degli incentivi previsti dall’acquisto di una vettura nuova, puoi procedere alla rottamazione dell’auto.

Nei seguenti paragrafi ti spiego come funziona la rottamazione auto, come procedere, a chi rivolgersi e quali sono gli incentivi previsti.

[toc]

Rottamazione automobile: come funziona?

demolizione auto
Demolizione auto

Per prima cosa è importante sapere che la rottamazione di un’auto deve essere effettuata in un centro di raccolta autorizzato. Puoi agire in prima persona oppure rivolgerti al concessionario presso cui acquisti la vettura nuova e in tal caso se ne occuperà personalmente lui.

La rottamazione prevede appunto la demolizione dell’auto, con il successivo smontaggio delle parti ancora utilizzabili e funzionanti. In seguito alla rottamazione si procede con la cancellazione del mezzo dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico).

Occhio però a non confondere la rottamazione, che consiste nella demolizione effettiva dell’auto, con la radiazione. Benché entrambe le pratiche prevedono la cancellazione dal PRA, la radiazione può avvenire anche senza la demolizione, come ad esempio quando l’auto viene esportata all’estero.

Indipendentemente che tu richieda la rottamazione dell’auto per l’acquisto di un’auto nuova, o che ti rivolga personalmente ad un centro di raccolta autorizzato, alla conclusione dell’atto ti verrà rilasciato un certificato di rottamazione.

Costi rottamazione auto

rottamazione veicoli prezzi
Rottamazione veicoli prezzi

Se decidi di rottamare la tua vecchia auto e contestualmente acquistare un’auto nuova, non ci sono costi da pagare e puoi anche beneficiare degli incentivi per la rottamazione auto.

Se invece decidi di rivolgerti personalmente ad un centro di rottamazione autorizzato, quindi senza acquistare una nuova vettura, devi sostenere i seguenti costi:

  • imposta di bollo: 32 euro;
  • emolumento ACI: 13,50 euro;
  • eventuale compilazione del modulo di richiesta NP38: 48 euro;
  • eventuale visura ACI: 7,10 euro.

A questi costi vanno poi aggiunte le eventuali spese necessarie per il trasporto del mezzo presso il centro di raccolta. Va ricordato che un’auto sottoposta a fermo amministrativo non può essere demolita e quindi vanno pagate ancora le tasse su quel mezzo.

Se comunque un’auto è in buone condizioni e quasi tutti i pezzi sono riutilizzabili, la rottamazione può avvenire quasi a costo zero. Le uniche spese da sostenere sono quelle relative alla radiazione dal PRA.

Gli autodemolitori in questo modo invogliano gli automobilisti a rottamare le auto direttamente da loro, poiché recuperano i soldi con la rivendita sul mercato dei pezzi ancora in perfetto stato.

Quando i nuovi incentivi auto 2023 -2024?

incentivi rottamazione
incentivi rottamazione

Se hai intenzione di rottamare il tuo veicolo, probabilmente ti stai chiedendo quanto ti danno per la rottamazione. Per gli automobilisti arrivano buone notizie, poiché sono stati rifinanziati nuovi bonus con 615 milioni di euro messi a disposizione fino al 2024 grazie al nuovo Ecobonus. L’obiettivo è incentivare gli automobilisti a rottamare i vecchi mezzi per rinnovare il parco auto italiano che è piuttosto vecchio e quindi inquinante.

Veniamo al nocciolo della questione: come ottenere un bonus rottamazione auto? Innanzitutto va detto che buona parte degli incentivi è destinata alle auto elettriche, per le quali sono stati riservati 230 milioni di euro nel 2023 e 245 milioni di euro nel 2024. Le plug-in fino a 60 g/km di CO2 possono invece beneficiare di 225 milioni nel 2022, 235 milioni nel 2023 e 245 milioni nel 2024.

Per poter beneficiare del bonus rottamazione auto è necessaria la rottamazione, ma solo per l’acquisto di veicoli termici della fascia 61-135 g/km di CO2, mentre è facoltativa per l’acquisto di auto elettriche o ibride plug-in. Inoltre, per usufruire del bonus, l’auto deve essere immatricolata non oltre i 270 giorni dalla firma del contratto.

Gli incentivi per la rottamazione partiranno ufficialmente dal 1° gennaio 2023. Tuttavia, per poterne usufruire effettivamente, sarà comunque necessario attendere un decreto attuativo del MISE che spiegherà nei minimi dettagli le procedure e l’iter da seguire.

eMail