Vai al contenuto

Bonus veicoli sicuri

Indice: Bonus veicoli sicuri

Contattaci Subito!

Soluzioni per i tuoi veicoli

Info e Servizi utili

Coppia Conica Auto

Se sei appassionato di auto o anche solo un guidatore occasionale, probabilmente hai sentito parlare della “coppia conica”. Questo componente critico dell’auto è spesso menzionato,

Leggi Tutto »
Revisione moto

Revisione moto Burocrazia semplificata Ottieni la tua revisione Costi competitivi Revisione Moto: scopri tutto quello che c’è da sapere [toc] Per poter circolare regolarmente con

Leggi Tutto »

Officine Autorizzate in Italia

bonus veicoli sicuri come richiederlo

Il bonus veicoli sicuri è stato pensato proprio per fronteggiare l’aumento dei costi della revisione dei veicoli, venendo in contro alle famiglie più in difficoltà. 

Nell’ultimo periodo, il portafoglio delle persone inizia ad alleggerirsi sempre di più, soprattutto per via dell’aumento dei prezzi di oltre il 20% e dei rincari generali che sta subendo la vita. 

Sia che si tratti di bollette, cibo o del mantenimento dei propri mezzi di trasporto, tale inflazione genera uno stato di crisi mai avuta prima nel nostro Paese, e questo influisce spesso anche sulla condizione mentale delle persone.

In un momento storico così difficile e complicato, il Governo Italiano ha promulgato e confermato una serie di aiuti e possibilità, dando agli utenti la possibilità di usufruire di un beneficio economico riguardante i propri veicoli a ruote. 

In questo articolo vedremo cos’è il bonus veicoli sicuri, come funziona e come bisogna procedere per richiederlo ed ottenerlo.

[toc]

Che cos’è il bonus veicoli sicuri?

Il bonus veicoli sicuri è una misura pensata per abbattere l’aumento dei costi di revisione dei veicoli, e consiste nell’erogazione di un rimborso di 9,95€ a tutte le persone che devono sottoporre il proprio veicolo alla revisione cadenzale, relativa all’anno 2022. 

Tale misura è in vigore dal 1° gennaio 2022 fino al 31 dicembre 2022.

Questo aiuto finanziario tuttavia, è limitato, ed è dunque disponibile fino ad esaurimento fondi, su un plafond di circa 4 milioni di euro in totale. 

Sarà possibile usufruire di questa agevolazione fino al 31 ottobre 2024, per erogazioni alla prima revisione effettuata all’interno del triennio, ma potrà essere applicato solo una volta e per un solo veicolo. Quindi, se ad esempio si possiedono due macchine, sarà possibile applicare il bonus solo su una di esse. 

In questo caso si può parlare di servizio “una tantum”.

Il bonus veicoli sicuri è applicabile sui seguenti veicoli:

  • Motoveicoli;
  • Ciclomotori, se sotto i 50cc;
  • Auto;
  • Minibus di 15 posti a sedere;
  • Minicar.

Come richiedere il bonus veicoli sicuri?

Il bonus veicoli sicuri si può richiedere online, nel sito bonus veicoli sicuri. Si può accedere tramite identità digitale SPID oppure, se lo SPID non è ancora attivo, è possibile effettuare l’accesso con la carta d’identità elettronica. 

Il primo passaggio che bisogna concludere, è quello della compilazione di un documento digitale, ossia un modulo che apparirà nella piattaforma del sito web. All’interno di tale modulo, sarà necessario allegare una copia di un documento che attesta il pagamento effettivo della revisione del mezzo in proprio possesso. 

Inoltre, per compilare il modulo, saranno necessari anche:

  • Il numero della targa del mezzo in cui è stata effettuata la revisione;
  • La data del tagliando della revisione;
  • Il proprio codice IBAN;
  • Il nome e il cognome dell’intestatario del veicolo;
  • Indirizzo email, per eventuali comunicazioni con l’interessato.

Cosa serve per il bonus veicoli

Prima di ottenere il bonus, verrà effettuata una verifica dei documenti e, una volta ultimati tutti i controlli da eseguire, il contributo di 9,95€ verrà erogato automaticamente sul proprio conto corrente, grazie all’IBAN inserito nei dati del modulo compilato in precedenza. 

Per richiedere il bonus veicoli sicuri, qualora si dovessero riscontrare delle difficoltà nella gestione di una pratica online di questa tipologia, un’ottima alternativa è quella di affidarsi ad esperti del settore delle revisioni.

Quanto costa oggi la revisione auto?

Il Codice della strada impone ai veicoli, sia a motore che a rimorchio, di essere periodicamente controllati per mantenere sempre al meglio le loro condizioni e la loro costituzione generale, al fine di garantire la sicurezza sia di chi sta al volante che dei pedoni.

La revisione dei mezzi di trasporto può essere effettuata esclusivamente da officine autorizzate a questa tipologia di controlli. La prima revisione viene eseguita dopo 4 anni dalla prima immatricolazione del veicolo. Successivamente, tale lasso temporale scende ad una revisione periodica per ogni biennio, ogni 2 anni.

Con gli aumenti dei prezzi dell’ultimo anno, anche il tariffario delle revisioni ha subito degli aumenti, con un picco del 20% negli ultimi 6 mesi. La revisione di un veicolo, oggi, costa 78,75€.

Leggi anche altri approfondimenti:

Bonus pneumatici dove richiederlo

eMail